Mini-guida di Bangkok

Bangkok1


Tutto quello che sta succedendo nel mondo è ingiusto! Tutto quello che è successo a Bangkok è ingiustificabile! A prescindere dal luogo e dai motivi per cui accadono. Vorrei un mondo nuovo e soprattutto un mondo pieno di sorrisi!

BangkokBangkok è la capitale della Terra del sorriso e viene definita città degli angeli. Bangkok è vita. Bangkok è spirituale. Bangkok è caos. Bangkok è sacra. Bangkok è Asia. A Bangkok si mescolano tantissimi colori, sapori e odori, sentimenti ed emozioni, che è difficile immaginarsela. Bangkok devi viverla.

Questa città è difficile da raccontare, quindi lascio da parte tutte le mie emozioni e vi riassumo in questo post le informazioni più pratiche.

La prima cosa che si fa quando si organizza un viaggio è pensare alla durata. A Bangkok io ci sono stata 4 giorni e devo dire che è il giusto tempo per visitarla tutta in lungo e in largo.

Mezzi di trasporto

Questo scenario è abbastanza variegato: infatti a Bangkok vi è il BTS, ovvero lo Skytrain che collega tutta la parte nuova della città. Ha due linee che si incontrano nella fermata di Siam e i prezzi variano in base alla durata del tragitto.

Ci sono i tuk tuk che fanno impazzire i turisti e sono un mezzo simpatico e veloce per fare un giro per la città. Dovete assolutamente provarli perchè è un’esperienza unica! Non possiamo non parlare dei taxi, che ne sfrecciano a quantità, ma una piccola nota, ovvero chiedere sempre di attivare il meter, altrimenti spenderete una fortuna solo per un piccolo tragitto. Poi, per i più temerari ci sono gli autobus che collegano l’intera città e sono molto economici, certo, non stiamo parliamo di autobus con l’aria condizionata e sedili con i cuscini. E’ bene informarsi dalle persone del posto e avere con sè una mappa della città per capire dove si fermano e che tragitto fanno. Infine, il mezzo che ho trovato più utile è il Chao Praya Express, una compagnia di barche che navigano sul fiume Chao Praya. Comodissimo per evitare di rimanere stuck in the traffic!!

Cosa vedere

Palazzo reale: sicuramente è il simbolo della città e di tutta la Thailandia. Il palazzo reale è una piccola cittadina di guglie e decorazioni dorate all’interno della città. Qui si respira aria di tranquillità, silenzio e preghiera, vi sembrerà quasi di non essere a Bangkok perchè il rumore del traffico rimarrà fuori dalle mura. Fate attenzione a non indossare pantaloncini corti o magliette troppo scollate.

Bangkok3

Il Palazzo Reale

Wat Pho: si raggiunge a piedi dal palazzo reale. Questo tempio custodisce il famosissimo Buddha sdraiato e l’ingresso costa 100 bath. Merita di essere visitato, avrete anche in omaggio una bottiglia di acqua fresca per visitare al meglio il tempio.

Bangkok4

Buddha sdraiato – 46 m

Vi consiglio inoltre il Wat Arun, il tempio dell’alba, la Golden Mountain, dove potrete godervi una vista spettacolare della città dall’alto e il Wat Traimit, il quale custodisce le 5 tonnellate e mezzo di oro della statua del Buddha.

Infine la Jim Thompson’s House, fermata National Stadium del BTS, ex dimora di un’affarista americano della seta e collezionista d’arte.

Una passeggiata lungo le vie di China Town è sicuramente da fare e attraverso il parco Lumphini per chi vuole cercare la tranquillità e osservare gli abitanti di Bangkok mentre praticano il t’ai. In alcuni periodi il cielo del parco si colora di vivaci aquiloni.

Inoltre devi..

  • entrare in un 7eleven e assaggiare le cose che non troverai da nessun altra parte a prezzi bassissimi;
  • brindare sotto le stelle allo Scirocco Sky Bar, magari dopo aver ammirato il tramonto e aver fotografato ogni singola sfumatura di colore,Bangkok5
  • fare shopping al MBK, ci si arriva con il BTS e si trova nella zona di Siam Square, e comprare le cose più stravaganti, che non vedrai nemmeno con il binocolo in Italia; meritano una visita anche gli esagerati centri commerciali Siam Paragon e il Central World Plaza, dove puoi trovare dalla costosissima Lamborghini in vetrina all’ultimo modello di Rolex;
Bangkok7

Centro commerciale Central World Plaza

  • curiosare la sera nella zona di Patpong, il più famoso quartiere a luci rosse, il cosiddetto mercato di Bangkok dove troverai di tutto, dalle tipiche bancarelle di tarocchi ai così tanto decantati ping pong show;
  • mangiare lo street food e assaggiare tutto ciò che non hai mai fatto prima.
Tamerindi

Tamerindi – frutta tipica tailandese

Dragon fruit

Dragon fruit

Street food

Street food a Khao San Road

Lo sapevate che… il nome Bangkok deriva dal thailandese ” Bang Makok”, ovvero “luogo delle olive selvatiche” come era conosciuto il villaggio che sorgeva prima della città. 

You May Also Like

2 Comments

  1. 1

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>