Cosa fare e vedere a Bonn

BonnDE3

Benvenuti nella mia Bonn.

Ho avuto la fortuna di viverla per tre mesi, di conoscerla e scoprirla in tutti i suoi angolini. E lei ha conosciuto un po’ anche me.

E ancora una volta ho capito che viaggiare è come innamorarsi.

Ex capitale della Germania, Bonn è ricca di monumenti dedicati a Beethoven, raggiungibili facilmente con i mezzi pubblici o addirittura a piedi. Bonn è una cittadina che soddisfa le esigenze di tutti, dall’appassionato di musica allo sportivo, dall’amante della storia alle famiglie, bambini, giovani e così via. Ma iniziamo con ordine.

Bonn è casa. 

Bonn mi ha fatto sorridere. Mi ha fatto saper dimenticare le cose tristi, mi ha fatto incontrare persone nuove, passare momenti unici, mi ha messo di fronte a nuova realtà. Conosce anche le mie paure. Insomma, Bonn mi conosce e conosce anche le persone che ho incontrato lì.

Porticine Bonn1

Bonn è musica.

Da non perdere è sicuramente la casa di Beethoven, nato nel 1770 a Bonn. Oggi museo e meta di tantissimi visitatori, conserva uno dei pianoforti originali del musicista. La casa è un’edificio antico e rappresenta l’essenza di Bonn. In ogni angolino della città ci sono monumenti, statue o rappresentazioni che rimandano alla figura di Beethoven. Quindi non visitare la casa, è un po’ come non comprendere del tutto la città che la ospita.

Bonn è storia.

Marktplatz, come vi ho già raccontato qui, è il mio posto preferito, ma non solo perchè ogni giorno vi è il mercato con le fragole rosse, le arance succulenti ecc.., ma anche perchè è circondata da edifici molto vecchi e di estrema bellezza, tra cui il municipio, das Rathaus. Poco più in là si trova l’ex residenza reale del principe, attualmente università di Bonn.

Università

Università di Bonn, ex residenza del principe

Municipio

Municipio della città con la facciata in stile roccocò

Un giorno al museo?

Allora ti consiglio di visitare la Haus der Geschichte, un must per gli amanti della storia della Germania. Questo museo racchiude tutta la storia tedesca dalla seconda guerra mondiale fino ai giorni nostri. Il museo è gratuito e si arriva direttamente con la metro (qui le indicazioni dalla stazione centrale: U-Bahn Linie: 62,66,16 direzione Bad Godesberg o Bad Honnef, fermata: Heussallee/Museumsmeile).

Bonn Germ

Ponte che collega il centro città e Beuel, uno dei quartieri di Bonn

Bonn è natura.

BonnDE6

Spazi verdi della città- parco davanti all’università

Oltre alle acque del fiume Reno che dividono la città in due, Bonn è ricca di spazi verdi. Vi sono parchi immensi, dove la gente si sdraia sotto i timidi raggi di sole e gruppi di ragazzi che con una chitarra in mano trascorrono i loro i pomeriggi. Ci sono addirittura delle spiaggette lungo il fiume, che sono meta di tantissimi giovani che si allontanano dal caos della città e si ritrovano lì, seduti in compagnia della loro birra.

BonnDE8

Prati pubblici lungo il Reno

 

BonnDE7

Settembrini lungo le vie della città :)

 

Bonn

Spiagge lungo il fiume Reno

Bonn è porticine colorate. Bonn è cultura. Bonn è vita.

Porticine Bonn

Bonn è cibo buono.

E sfatiamolo questo mito!! In Germania si mangia bene! Ci sono tantissime pasticcerie e panifici ricchissimi di dolci, dolcetti di ogni tipo e cose buone. I profumini delle panetterie al mattino sono una vera e propria tentazione!!

Bonn cibo1

Bonn cibo

Le Tacos con una salsina al mango deliziosa che ho mangiato in un ristorantino chiamato BurritoRico in centro città.. consigliatissimo :)

Un libro, una canzone, un prato verde.

Questa è Bonn vista con i miei occhi, un piccolo rifugio che ti scalda il cuore.

You May Also Like

3 Comments

  1. 1
    • 2

      Ciao Sara 🙂 mi fa molto piacere che ti piacciano le foto! Si direi proprio che merita un viaggetto in Germania, soprattutto ora con i mercatini senti ancora di più l’atmosfera di Natale.. tienimi aggiornata 🙂

  2. 3

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>